HomePage

  • Home
  • Incroci
  • Informatica
  • Mappa
  • TodosLogos on MuxTape
  • Guadagniamo su Internet
  • Random Link

Codici Giochi Flash (14)

Medicina e Chirurgia (6)

Nintendo Wii (1)

Trucchi Magici (6)

Matematica (15)

Sessualità (2)

The cool hunter (3)

Informatica (15)

Intrattenimento (2)

Testi canzoni (3)

Anime (10)

Giochi Flash (7)

Siti amici
Guadagna con Internet
Blog sull'Inter
The Smoking Club
Statistica con R
 

DownloadTime - The Direct Download Community




Aggiungi TodosLogos ai preferiti Aggiungi ai preferiti
Imposta TodosLogos come HomePage Imposta come HomePage

My Google Page Rank




TodosLogos - Blog di Tecnologia Scienza Curiosità

TodosLogos - Blog di Tecnologia Scienza Curiosità

TodosLogos - Blog di Tecnologia Scienza Curiosità


Medicina - Caratteristiche del codice genetico



Il codice genetico è:

1) a triplette: essendo 4 i nucleotidi, se fosse a doppiette avremmo 42=16 differenti combinazioni, insufficienti per i 20 amminoacidi. Invece con triplette abbiamo 43=64 combinazioni. È stato dimostrato che il codice è a triplette notando che una mutazione frameshift +1 altera la sequenza amminoacidica dal punto di inserzione fino alla fine; analogamente avviene con mutazione –1, +2, -2. Mentre quando le mutazioni sono 3 o un suo multiplo, viene ristabilito il corretto frame di lettura

2) degenerato: un singolo amminoacido può essere codificato da più di una tripletta. Grazie a ciò molte mutazioni per sostituzione sono ammortizzate, grazie al fatto che più triplette codificano per lo stesso amminoacido.
- in 3a base si hanno 4 possibile degenerazioni;
- in 1a base il codice è degenerato 2 volte;
- la 2a base non è mai degenerata.

3) non sovrapposto: la cornice di lettura avanza di 3 nucleotidi alla volta, tanti quanti sono i nucleotidi necessari ad identificare un amminoacido. Se la cornice di lettura avanzasse di 1 o 2 nucleotidi, si avrebbe sovrapposizione di alcuni nucleotidi. Se ciò fosse vero, una mutazione di inserzione/delezione/sostituzione altererebbe solo gli amminoacidi codificati dalle triplette che condividono i nucleotide mutato, mentre a monte e a valle la sequenza amminoacidica resterebbe invariata. Ma s’è visto che a seguito d’una mutazione per inserzione/delezione, tutta la sequenza amminoacidica a valle cambia: quindi il codice genetico è non sovrapposto.

4) non ambiguo: ciascun codone ha un solo significato. Dalla sequenza di DNA possiamo risalire alla sequenza di amminoacidi (il codice genetico è non ambiguo), ma dalla sequenza di amminoacidi non possiamo risalire alle sequenza di DNA (il codice genetico è degenerato).